LE AVVENTURE DI UN FOTOGRAFO E DEL SUO CANE “GIGANTE”

Pablo Neruda scriveva: “L’antica amicizia, la gioia di essere cane e di essere uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada.” Il fotografo americano Christopher Cline su le ore passate insieme al suo cane, ha costruito tutto il suo lavoro. 
Nei suoi scatti appaiono, infatti, lui e Juji (il suo goldendoodle) mentre vanno in giro in mezzo alla neve o si riposano sul divano. Potrebbe non sembrare niente di che, se Cline non avesse avuto l’idea di trasformare Juji in un cane gigante. E di raccontare le loro avventure con ironia e una certa enfasi.

Tutto è cominciato quando Cline, si è trasferito, per amore, dalla Virginia al Minnesota. Il clima freddo e la lontananza da casa, lo hanno fatto lentamente cadere in depressione. Poi la sua fidanzata gli ha fatto una sorpresa: un cucciolo di goldendoodle. “Non ero esattamente aperto all’avere un cane", ha detto Christoper, al blog Mrs. Sizzle ", ma mi sono subito innamorato di lui. Ha trasformato la mia vita completamente e ora siamo assolutamente inseparabili. Adesso ho una nuova visione della vita e nel mio lavoro. E devo tutto a lui."
Le avventure di Cline e Juji sono poetiche ma soprattutto divertenti. E si possono seguire sull’account Facebook di Christopher. (via Mymodernmet)

 Cline e Juji nelle dimensioni reali

Cline e Juji nelle dimensioni reali