Le psichedeliche installazioni di Pip&Pop fatte di zucchero colorato, caramelle e dolcetti vari

 tutte le immagini di  bryan 'birdman' mier

tutte le immagini di bryan 'birdman' mier

L’artista australiana Tanya Schultz si fa chiamare Pip&Pop  e da anni ormai crea delle grandi installazioni, coloratissime e opulente. Le opere, per quanto possa sembrare strano, sono fatte quasi per intero di zucchero colorato e caramelle.

Pip&Pop  poi aggiunge glitter, fiori di plastica e vari oggetti trovati per completare questi mondi paralleli ispirati alla mitologia, alle fiabe e al cinema. Si tratta di installazioni estese, spesso gigantesche, ovviamente effimere, che il più delle volte la Schultz realizza da sola. Anche se non disdegna la collaborazione di altri artisti per specifici progetti.

I suoi meticolosamente costruiti e altamente dettagliati lavori-dice il sito internet dell’artista- abbracciano le nozioni di abbondanza, sogni utopici e piaceri momentanei. Lei è affascinata dall’idea di paradiso (…).”
A questo proposito in un’intervista rilasciata alla rivista Hotandgoldmag Pip&Pop spiega: "Amo molto le storie sul paradiso e mondi immaginari, e specialmente le storie che parlano di terre fatte interamente di cibo. E’ un tipo di fantasia che si incontra in diverse culture nella Storia. C’è il mitologico Paese della Cuccagna francese, un luogo dove lo zucchero piove dal cielo e le strade sono lastricate di dolci o la montagna di caramelle di Big Rock, un’idea di paradiso vagabondo, o la fabbrica di cioccolato di Willy Wonka. Io sono affascinata dall’idea di un paradiso dove puoi avere ogni cosa potresti desiderare e oltre. Amo anche le storie dei posti che visito. Se sto creando un’installazione in un altro paese leggo sempre le leggende folcloristiche e le storie per bambini di quel luogo”.

Fino al 17 febbraio Pip&Pop sarà impegnata nel suo debutto statunitense. La mostra si intitola ‘Here comes sunshine” (Helford Gallery) in omaggio alla città di Los Angeles che la ospita. E' ispirata al Paese della Cuccagna. Per questa occasione l’artista ha inventato 26 coloratissimi personaggi. Li ha chiamati ‘Gang dell’Arcobaleno’: “La Gang dell’Arcobaleno sono le creature che potrebbero abitare il mondo psichedelico che ho creato per questa mostra”. Inutile dire che tutti i personaggi sono sculture fatte di zucchero e dolcetti vari. (via Designboom)

Pip-Pop-02.jpg
Pip-Pop-designboom-07.jpg
Pip-Pop-03.jpg
Pip-Pop-09.jpg
Pip-Pop-04.jpg
Pip-Pop-designboom-06.jpg
Pip-Pop-05.jpg
Pip-Pop-010.jpg