Il Metropolitan Museum regala al mondo 375mila immagini in HD. Gratis e senza restrizioni d’uso

 Samuel Joshua Beckett. Loie Fuller Dancing, 1900

Samuel Joshua Beckett. Loie Fuller Dancing, 1900

Il Metropolitan Museum ha recentemente annunciato che 375.000 immagini della sua immensa collezione sono adesso disponibili senza nessuna forma di restrizione. Gratis.

La raccolta del Metropolitan Museum of Modern Art o Met che dir si voglia è tra le più vaste ed importanti del mondo “5000 anni d’arte che abbracciano tutte le culture e i periodi del mondo”. Ci sono fotografie, dipinti, sculture, manufatti ma anche abiti gioielli e vasi. Ci sono capolavori iconici come le opere degli Impressionisti e di Van Gogh ma anche oggetti strani, ricercati. E tutto questo materiale è digitalizzato e visionabile da tutte le parti del mondo.

Dal 2014 era anche possibile scaricare un’importante fetta di questo archivio di immagini (ne ho parlato qui). Ma se prima la procedura aveva qualche insidia e non era possibile remixare o usare a scopo commerciale il materiale disponibile. Adesso con la nuova “licenza” Creative Common Zero (CC0) o Open Access, tutti potranno usare le immagini del Met “per qualsiasi scopo - spiegano- incluso l’uso commerciale e non commerciale, gratuitamente e senza chiedere il permesso al Museo”

“La condivisione è un passo fondamentale per il modo in cui noi promuoviamo scoperta, innovazione e collaborazione nell’era digitale,” dice Ryan Merkley di Creative Commons “Oggi, il Met ha fatto al mondo un regalo a servizio della propria missione: il più grande museo enciclopedico del Nord America ha eliminato le barriere che altrimenti avrebbero potuto proibire l’accesso ai proprio contenuti, e ha invitato il mondo ad usare, remixare e condividere la sua collezione di pubblico dominio, ampiamente e senza restrizioni. Questo è un enorme regalo al mondo e un significativo atto di leadership da parte dell’istituzione. (…) Spero che altre istituzioni sia pubbliche che private seguiranno quest’esempio”.

Rintracciare le immagini in Open Access è molto semplice, basta spuntare la casella “Public Domain Artworks” (sotto “Show Only“), dalla pagina di ricerca nel sito del Met. E’ anche possibile cercare opere di un determinato artista passando per il sito di Creative Commons e cliccando la casella “Museum of Modern Art” prima di digitare il nome nell’apposito campo. (via My Modern Met)

 Jean-Léon Gérôme, 1868–69. Olio su tela

Jean-Léon Gérôme, 1868–69. Olio su tela

 Lewis Hine, Icarus Empire State Building, 1930

Lewis Hine, Icarus Empire State Building, 1930

 Gustav Klimt, Mäda Primavesi (1912-13)

Gustav Klimt, Mäda Primavesi (1912-13)

 The Magnolia Vase, manufactured by Tiffany & Co., 1893

The Magnolia Vase, manufactured by Tiffany & Co., 1893

 Vincent Van Gogh, Autoritratto con Cappello di Paglia (1877)

Vincent Van Gogh, Autoritratto con Cappello di Paglia (1877)

 Felix Bonfils, Promenade des Pins a Beyrouth 1870

Felix Bonfils, Promenade des Pins a Beyrouth 1870

 Auguste Renoir, By the Seashore, 1883, olio su tela

Auguste Renoir, By the Seashore, 1883, olio su tela

 Raimund von Stillfried, Fille de Shanghai, 1870

Raimund von Stillfried, Fille de Shanghai, 1870

 László Moholy-Nagy, 7A.M. (New Year’s Morning) 1930

László Moholy-Nagy, 7A.M. (New Year’s Morning) 1930

 Katsushika Hokusai, Fuji Seen in the Distance from Senju Pleasure Quarter (Senju kagai yori chobo no Fuji), dalla serie Thirty-six Views of Mount Fuji (Fugaku sanjurokkei), 1830-1832

Katsushika Hokusai, Fuji Seen in the Distance from Senju Pleasure Quarter (Senju kagai yori chobo no Fuji), dalla serie Thirty-six Views of Mount Fuji (Fugaku sanjurokkei), 1830-1832

 Claude Monet, Regatta at Sainte-Adresse, 1867, olio su tela

Claude Monet, Regatta at Sainte-Adresse, 1867, olio su tela