Inaugurata "the floating piers" l'installazione un pò zen e un pò minimalista firmata Christo

 Photo: Wolfgang Volz

Photo: Wolfgang Volz

Da oggi per i prossimi sedici giorni sarà possibile camminare sulle acque del Lago d'Iseo. Apre "the floating piers" la monumentale passerella (4 km e mezzo da Sulzano a Monte Isola e Isola di San Paolo) firmata dall'artista Christo e ricoperta di un tessuto arancione cangiante. Che ricorda un pò certi abiti buddisti e dà un tocco meditativo a un progetto di land art altrimenti minimale.

E che si preannuncia come uno degli eventi artistici più importanti a livello mondiale di tutta la stagione entrante.

Non che la mostra fiorentina del belga Jan Fabre sia cosa da poco. O che la serie di installazioni di Olafur Eliasson a Versailles vada considerata secondaria. Ma Christo a 81 anni suonati è un padre spirituale di tutta l'arte contemporanea. E "the floating piers" è la prima installazione monumentale dell'artista dalla scomparsa della moglie e compagna di lavoro Jeanne-Claude nel 2009.

Senza considerare che l'opera di Christo sarà completamente gratuita e aperta a tutti.

Anche per questo l'allarme sicurezza è alto e, a poche ore dal taglio del nastro, resta un nodo irrisolto (ne dà notizia il Fatto Quotidiano). Sul lago d'Iseo, infatti, si sviluppano dei temporali improvvisi e molto violenti, che rischiano di travolgere un'enorme massa di visitatori, intenta a passeggiare sulla piattaforma a pelo d'acqua.

Una nota inattesa d'inquietudine e avventura che forse renderà ancora più attraente "the floating piers". Chissà. (video via Artribune)

christo-the-floating-piers-01.jpg
christo-the-floating-piers-02.jpg
christo-the-floating-piers-03.jpg
christo-the-floating-piers-04.jpg
christo-the-floating-piers-06.jpg
christo-the-floating-piers-07.jpg
christo-the-floating-piers-08.jpg
christo-the-floating-piers-09.jpg
christo-the-floating-piers-10.jpg