La nuvola di Richard Clarckson che lancia fulmini multicolori e vola nel vostro salotto. Ma è un altoparlante bluetooth

Richard Clarkson, "Making Weather"

Richard Clarkson, "Making Weather"

Si chiama “Making weather” ed è l’ultima fatica del designer statunitense Richard Clarkson. L’aspetto è quello di una vera e propria nuvola, anche se in realtà è sia una lampada che un altoparlante bluetooth. Realizzata in collaborazione con l'olandese Crealev, specializzata in oggetti levitanti, la nuvola-altoparlante, vola e lancia tuoni e fulmini a suon di musica.

Lo studio di design di Richard Clarkson aveva giù fatto parlare di se tempo fa per un lampadario-nuvola in tutto e per tutto simile a “Making weather”. Se non per il fatto che la prima versione si limitava a stare appesa ad un filo. Il nuovo oggetto di Clarkson, invece, grazie a un complesso sistema di magneti, levita a 2-4 cm dalla base riflettente, è in grado di ruotare completamente su se stesso e di compiere piccoli spostamenti.
Ma non solo, perche “Making weather” oltre a trasmettere il suono lo interpreta, emettendo tuoni e fulmini di luce multicolore, a seconda dei toni della musica suonata.

La nuvola di Richard Clarkson, è composta da numerosi fiocchi di lana di fibra di poliestere, avvolti a mano su se stessi. Questo lavoro di artigianato, garantirà l’unicità di ogni altoparlante, nel momento in cui il progetto entrerà in produzione. Per ora “Making weather, infatti,” è ancora un prototipo. E si contende la palma del progetto più particolare e affascinate dello studio di design con il lampadario "Rain" che si riempie d’acqua.
Se volete potete seguire Richard Clarkson anche su i suoi account Facebook, Twitter o Instagram. O leggere dei vasi da fiori levitanti di cui ho parlato qui. (via Bored Panda)

Richard Clarkson, "Making Weather"  

Richard Clarkson, "Making Weather"

 

Richard Clarkson, "Making Weather"

Richard Clarkson, "Making Weather"

Richard Clarkson, "Making Weather"

Richard Clarkson, "Making Weather"

Richard Clarkson, "Making Weather"

Richard Clarkson, "Making Weather"