L’ARTISTA JEEYOUNG LEE CREA MAGICHE INSTALLAZIONI NEL SUO STUDIO DI APPENA 4 METRI QUADRI

 JeeYoung Lee, "Nightscape", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Nightscape", courtesy Opium gallery

Magiche, ironiche, scenografiche e completamente fatte a mano, le installazioni, della giovane artista sud-coreana JeeYoung Lee, sono un vero piacere per gli occhi, la mente e lo spirito. E pensare che la Lee, riesca a crearle, installarle e fotografarle interamente nel suo studio, lascia perplessi. Soprattutto, sapendo che il suo studio è composto di una sola piccola stanzetta.

Quattro metri per quattro per un set. Che, in caso di necessità, l’artista riesce, spingendo una delle pareti mobili che usa durante le installazioni, ad allungare da un lato. Fino a fargli raggiungere la bella dimensione di quattro per otto metri quadri. Più o meno come un posto auto, insomma. “Ciò significa- dice in un’intervista che può essere letta per intero su Designboom- che devo rinunciare a certi angoli d’inquadratura e punti d’illuminazione”.
Eppure JeeYoung Lee riesce a dar vita ad un intero universo in quel minuscolo spazio. Complesse, intricate e fantasiose installazioni che spesso si basano sull’accumulo.
Prima le disegna. Poi, dopo aver studiato con attenzione le possibilità di realizzazione, crea oggetto per oggetto e dipinge i fondali. Alla fine installa il set per immortalare il frutto di tanto lavoro fisico e mentale. Fa, più o meno tutto da sola.
L’artista per le sue opere dice di ispirarsi alle quattro emozioni base dell’essere umano (secondo la cultura coreana):  gioia, rabbia dolore e piacere. Ma anche a leggende e letteratura.

L’arte di JeeYoung Lee non è il frutto del marketing virale o del lavoro di un teem. Appena trentatreenne JeeYoung Lee ha già un curriculum notevole con opere in importanti collezioni pubbliche e private. Ha appena concluso una mostra alla galleria Opiom di Opio nei pressi di Cannes.

 JeeYoung Lee, "Panic room", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Panic room", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "The little match girl", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "The little match girl", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "Monsoon Season", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Monsoon Season", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "Last Supper", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Last Supper", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee,"Treasure hunt" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee,"Treasure hunt" , courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "Gamer" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Gamer" , courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "resurrection", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "resurrection", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "Loveseek", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Loveseek", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee,"Sweet appetite" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee,"Sweet appetite" , courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee,"Maiden voyage" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee,"Maiden voyage" , courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee,"I'll be back" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee,"I'll be back" , courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee,"Nightmare" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee,"Nightmare" , courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "Foodchain", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Foodchain", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "Reaching for the star", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Reaching for the star", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee,"This is not enough" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee,"This is not enough" , courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "Neverending race", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "Neverending race", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, Broken heart", courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, Broken heart", courtesy Opium gallery

 JeeYoung Lee, "My chemical romance" , courtesy Opium gallery

JeeYoung Lee, "My chemical romance" , courtesy Opium gallery